Archivio mensile:ottobre 2013

Con voi

03_claudio_baglioni
E’ vero: generalmente sul mio blog parlo di altro. Ma così come ho una fede spirituale e parlo di argomenti ad essa attinenti, ho una fede musicale ed oggi disserto su questa.
Così come amo il papa (inteso come tutte le figure che si sono succedute in questo ruolo), amo Claudio.
Ed allora, dato che sono uscite nuove canzoni ed il nuovo CD, mi permetto qualche piccola osservazione in merito:
1 – di questo progetto “Con voi” ci ho capito ben poco;
2 – mi sono scaricata da iTunes tutti i brani singoli, man mano che uscivano, pagandoli €. 1,29 ciascuno (e adesso me li ritrovo tutti sul mio iPhone e finisce che non ho tempo di ascoltarli);
3 – poi cominciano a strombazzare l’uscita di un CD: ed un’amante-collezionista come me vuoi che non lo compri? Mica scaricandolo da iTunes, ma proprio il disco in policarbonato, quello che tocchi con mano (anche se so che non troverò il tempo di ascoltarlo se non quando sono in auto – ed io solitamente giro con lo scooter!); ha ragione Andrea che sostiene che non sono normale!
4 – rendono pubbliche le date di un tour autunnale che viene annullato perchè LUI è diventato afono (sembrano quasi le patetiche scuse che inventa ogni tanto il Vaticano…);
tunnel
5 – “il CD comprenderà un inedito”: così tanto inedito che ieri era scaricabile da iTunes;
6 – perdonatemi, ma la copertina di questo CD è orribile, non trovate? Possibile che tra le migliaia di fans, visto che tutto il decantato progetto punta sulla collaborazione, non ce ne fosse uno capace di regalarci qualcosa di meglio, magari anche a costo zero?

Ma come ogni fede, tutto questo non conta: la fede è sempre oltre!
Dopo 10 anni di attesa, posso chiamare la mia pazienza amore?

Annunci
Contrassegnato da tag

L’inquietudine del cuore

fotoAscoltami, ti prego, con lo stesso cuore aperto con cui ti parlo, cominciando dalle domande che entrambi abbiamo dentro.
Vorrei farmi tuo compagno di strada: ascoltare le domande vere del tuo cuore, confessarti le mie. Questo è importante: non è possibile trovare e dare risposte, se non si sono riconosciute le domande.

(Carlo Maria Martini, Regola di vita del cristiano).

Ecco, forse abbiamo paura delle domande! E di tutto ciò che ne consegue, perchè vuol dire avere coraggio di affrontarle, di dargli un volto ed un nome, o anche solo semplicemente un perchè.
E cerchiamo delle risposte e delle soluzioni senza sapere a cosa stiamo rispondendo.
Ho sempre pensato che le mie domande siano le stesse delle altre persone che incontro ed ho anche avuto diverse conferme sul fatto che sia così, se mi limito ad un confronto molto generale e vago. Ma quando arrivo alle domande vere, quando arrivo a chiedermi il perchè di qualcosa che ci coinvolge più personalmente e direttamente, continuo a trovarmi di fronte tanti piccoli mattoncini da abbattere.
Che stupidi che siamo, quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. Tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno.

Contrassegnato da tag , ,

Il mio cuore è a Lampedusa

porta-europa-lampedusa_764079
Non si può stare zitti di fronte alle centinaia di morti: si tace per rispetto, si prega in silenzio, ma non si può e non si deve stare zitti!
Quasi ogni giorno gli organi di informazione ci sfornano questo strano “bollettino” che non serve ai pescatori ed alla gente di mare, ma è per tutti noi, per i nostri cuori e per la nostra vita: ogni giorno una persona arriva sulle coste dell’Europa, dopo aver visto ed affrontato di tutto. Comunque per scappare alla morte e per darsi e dare un futuro migliore.
E, nello scappare, se la ritrova davanti, con un altro aspetto, ma è ancora lì che lo bracca.
Chi è fortunato incontra gli occhi ed il cuore di un lampedusano (a proposito, NOBEL SUBITO per questa gente) e allora può dire di avercela fatta… lo può dire?
A fronte dell’accoglienza di un lampedusano, ecco che piomba nel rifiuto dell’Europa che non ha ancora capito che Lampedusa è un avamposto, l’Italia è una delle porte dell’Europa, ma non può, da sola, farsi carico di simili drammi.
E’ sbagliata la legge Bossi-Fini, sono sbagliati gli accordi di Dublino. Una sola nazione non può farsi carico della situazione che i paesi nordici rifiutano di vedere. E’ un caso se questi stessi paesi non ne vogliono sapere delle radici cristiane dell’Europa, tanto da evitarle anche nella costituzione europea?
Se non vedono Cristo, non possono certo vedere i poveri!
Ed intanto noi italiani, nonostante più di una mancanza al vertice, cerchiamo di supplire a questa “vergogna”, a questo “orrore” grazie alla splendida testimonianza dei lampedusani e degli abitanti delle coste siciliane. Perchè, a dirla tutta, è proprio nel nostro Nord che il razzismo si è fatto strada, si è fatto paura.
Il Papa ha cominciato da Lampedusa, noi dalla Lega.
Dov’è il nostro cuore, oggi?

Contrassegnato da tag , ,

Martini: il cardinale e gli altri

foto
Posso dire ai miei amici di essere stata qui, come suggerisce la direzione del Piccolo Teatro.
Sono stata a vedere questo spettacolo in cartellone, che era stato già presentato al Festival di Spoleto.
Ai vari articoli di stampa, mi permetto quindi di aggiungere le mie piccole e modeste impressioni.
E’ un bello spettacolo, godevole, che ripercorre in 75 minuti gli anni ambrosiani del cardinale, con tutta la storia che si portano appresso, avendo sempre sullo sfondo il grande (ed in parte irrealizzato) desiderio gerosomilitano.
Vi assicuro che, in alcuni punti, si chiude lo stomaco al ricordo di fatti accaduti, che oggi sono storia e che magari non tutti ricordiamo (tipo lo scontro con Irene Pivetti e lo zoccolo duro della Lega; tipo le divergenze con CL).
Così come si allargano mente e cuore al richiamo di alcune posizioni, di alcune affermazioni, di alcune provocazioni, che hanno reso la voce del cardinale “fuori dal coro”, sempre alla ricerca dell’uomo, alla ricerca del buono, del vero e del giusto, con la bussola della Parola di Dio a dirigere pensieri e parole.
Oggi, che con papa Francesco si sta aprendo una nuova epoca della Chiesa, sento sempre più la presenza di Martini: non è volato in cielo inutilmente, il 31 agosto dello scorso anno. Sono sempre più convinta che, arrivato lassù, ha avuto un aspro e corretto confronto con lo Spirito Santo: e direi che l’ha anche vinto!

Contrassegnato da tag ,

Papa Francesco a settembre ha detto…

Ecco il fascicolo delle omelie feriali di settembre.
Per chi avesse necessità del formato pdf per la stampa, è scaricabile da qui

Contrassegnato da tag , , ,
Berlicche

IL CIELO VISTO DAL BASSO

Io Amo Castiglione Olona

la distanza tra Gerusalemme ed Emmaus

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: