Archivio mensile:ottobre 2014

Nel regno di Sisamanonsidice

184323652-bee18fcf-21c1-4524-bd8c-d61265594893C’era una volta, nel paese di Sisamanonsidice, un piccolo formicaio di periferia, di quelli che proliferano nel verde che ancora resta a cintura delle nostre città. La vita scorreva frenetica ed ogni giorno era pieno di compiti da svolgere per rendere sempre più grande e bello il formicaio. La regina formica aveva particolarmente a cuore il benessere della sua comunità (del resto è insito nelle formiche) e non perdeva occasione per condividere con operaie e soldati questo suo scopo.
Non c’era giorno in cui non prendesse una nuova iniziativa e, proprio perché il benessere comune era particolarmente insito in tutti, non trovava difficoltà ad affidare incarichi a qualche operaia: bastava una chiacchierata, uno squillo di cellulare, ed era fatta.
Le difficoltà quotidiane – che esistevano! – finivano in secondo piano: spesso bastava qualche scambio di vedute attraverso le sensibilissime antenne di cui le formiche sono dotate e tutto veniva risolto (più o meno allegramente).
Ma, come in tutte le fiabe (che sono poi lo specchio della vita reale) che si rispetti, ecco all’orizzonte il formicone Urbisetorbis, voracissimo, quello che è sempre in attesa, nella sua postazione esterna di sentinella aspetta il momento giusto per entrare in scena, perché solo lui è capace di fare certe cose.
E zac! Se ne fa un baffo dei soldati, se ne frega delle operaie… va dritto e indisturbato al raccolto!

P.S. – Questa fiaba non ha un finale: è “work in progress”. Ma chiunque legge può scriverne uno!

Annunci
Contrassegnato da tag
Berlicche

IL CIELO VISTO DAL BASSO

Io Amo Castiglione Olona

la distanza tra Gerusalemme ed Emmaus

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: