Archivio mensile:maggio 2016

#RingraziaUnDocente

Immagine

Tutti portiamo nel cuore il ricordo di un insegnante.Nella settimana italiana dell’insegnante rispondo all’invito #ringraziaundocente.
Ed io lo faccio oggi, anniversario del giorno in cui la docente che voglio ringraziare ha finito di lasciare la sua impronta sulla terra ed ha iniziato la nuova vita, quella che ci attende tutti.

La docente che voglio ringraziare si chiamava Edera Agazzi, la mia maestra elementare dalla classe prima alla quinta, ed è stata la prima persona – fuori dall’ambito famigliare – che mi ha aiutato a crescere dandomi fiducia, nonostante io fossi la più piccola in classe ed anche non poco scalmanata (prima elementare: spedita dal primo all’ultimo banco perchè lo usavo per metterci le gambe sopra)!
Ricordo le infinite pagine di bella scrittura (hanno avuto l’effetto desiderato!) e gli alberi della cuccagna per imparare le tabelline e la matematica, le piccole incombenze (tipo andare in comune, che allora era attaccato alle scuole elementari, per chiedere alla signora allora segretaria di darmi delle notizie per una ricerca in classe sul nostro paese… ed ha mandato me… dico, ma come ha fatto a fidarsi?).
Ricordo anche che quando facevo un bel tema prendeva il quaderno e girava di classe in classe a mostrarlo alle colleghe con le quali ha sempre condiviso anche i miei quaderni che, alla fine anno, non mi ha mai restituito. Hanno rivisto la strada di casa ai tempi delle superiori!

Mi ha voluto bene, mi ha insegnato tanto e, nonostante fossi ancora bambina, ha cominciato ad aprirmi la mente. Uno dei primi ingranaggi funzionanti nel mio cervello è proprio merito suo! Sono convinta che da dove si trova oggi non può che essere contenta e continuare a sorridere per questa testa calda che ha incrociato sul suo cammino.

Berlicche

IL CIELO VISTO DAL BASSO

Io Amo Castiglione Olona

la distanza tra Gerusalemme ed Emmaus

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: