Archivi tag: monastero

Cosa ho imparato stando 5 giorni in monastero

il blog di Costanza Miriano

chiostro

di Emanuele Fant

  1. Si può stare in compagnia di Dio senza approfittare dell’incontro per chiedergli un favore.
  2. Chi è più serio durante le funzioni, ha un sorriso migliore fuori.
  3. La zucca non nasce già a cubetti nei sacchetti dell’Esselunga (grazie al monaco Abramo che lo ha spiegato a mia moglie, rendendo la nostra vita familiare un po’ migliore).

View original post 158 altre parole

Contrassegnato da tag , , ,

Maniacalmente perfetti

foto 1
Ogni volta che mi capita di vedere questa situazione con i miei occhi, provo una sensazione di perfezione: questa cura nel disporre le particole prima della S. Messa perchè vengano poi distribuite ai presenti mi fa pensare a qualcosa di “maniacale”.
Quando si tende alla perfezione si è sempre un po’ maniacali, almeno questo è il pensiero ricorrente di molti: in fondo siamo umani, alla perfezione non ci possiamo arrivare, abbiamo dei limiti e dobbiamo fare i conti con chi/cosa ci circonda. Quindi la perfezione non è di questo mondo, inutile dannarsi.
E invece io ritengo che la perfezione sia una forma di amore, anzi di Amore, di quello con la A maiuscola. E’ l’atteggiamento di chi è profondamente impregnato di umanità, così pieno di Amore da riversarlo anche nelle piccole cose, in quelle piccole attenzioni che il nostro vivere distratto ormai non ci fa cogliere se non solo raramente, o forse mai…
Cosa spinge una comunità monastica a disporre le ostie sulle patene o nei calici in questo modo? Nessuno vede questo lavoro, anzi, proprio perchè le ostie vengono distribuite, il lavoro viene distrutto in pochi minuti. Eppure qualcuno c’è… e c’è soprattutto Qualcun altro per il quale tutto questo è amabile!

Contrassegnato da tag , , , ,
Berlicche

IL CIELO VISTO DAL BASSO

Io Amo Castiglione Olona

la distanza tra Gerusalemme ed Emmaus

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: