Archivi tag: spirito santo

E se provassimo a…

desenho-divertido-do-numero-4-para-colorir

In qualche modo la quarta malattia indicata Papa Francesco si va a sovrapporre alla terza.
A me fa venire i brividi perché mi richiama con insistenza una frase che sento con consuetudine nell’ambiente ecclesiale, anche nella mia piccola parrocchia: “abbiamo sempre fatto così”.
Cioè abbiamo pianificato una cosa 30/40/50 anni fa e la portiamo avanti così perché è perfetta ed ormai la gente è abituata!
Non si tratta di scardinare meccanismi rodati, di stravolgere l’ortodossia della Chiesa e nemmeno di accantonare le persone per il gusto di cambiare: no! Si tratta, molto più semplicemente, di accettare le critiche costruttive e di “pianificare ascoltando”, dove ascoltando non è il semplice confronto verbale che passa attraverso le orecchie, ma è soprattutto un “ascolto del cuore”. Ho esperienza di tante di quelle riunioni con cuori sordi…!!!
Secondo me la buona pianificazione si ottiene prima a tavolino, prosegue sul campo e si conclude nuovamente al tavolo delle verifiche. Questa, a mio parere, è la pianificazione che tiene conto ed è fedele allo Spirito Santo perché non si esaurisce portando avanti le proprie idee con il paraocchi, ma lascia spazio anche a pareri diversi, fa emergere anche eventuali negatività senza avere paura di affrontarle.
Soffro sempre quando mi sento dire: “tu vedi sempre le cose negative; dai… continuiamo…”.
Non si tratta di vedere negativo: si tratta di ascoltare la voce dello Spirito e di guardare con occhi appassionati. Gli unici che vanno oltre i difetti perché sanno vedere l’essenza dell’amore di Dio.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Scaltrezza spirituale

Di fronte alle difficoltà ed alle provocazioni della vita siamo portati a cercare una via d’uscita per tentare di cavarcela.
Se le guardiamo con gli occhi della fede, siamo portati ad imitare lo stile di Dio e la sua fantasia nel cercare (e trovare) le risorse di fronte alla situazione sfavorevole. Non solo: spesso cerchiamo anche di capire come quella situazione, magari complessa ed intricata, ci faccia trovare la strada per cambiare e passare da un problema ad una circostanza favorevole per la nostra vita.
Questo atteggiamento, dono dello Spirito, è la “scaltrezza spirituale”.
Le caratteristiche di questo dono sono l’acutezza nel procedere: non bisogna accelerare, non bisogna perere tempo. Bisogna sfruttare il tempo con la giusta ritmica, perchè è un tempo di grazia.
Rendo grazie allo Spirito Santo!

Contrassegnato da tag , , ,
Berlicche

IL CIELO VISTO DAL BASSO

Io Amo Castiglione Olona

la distanza tra Gerusalemme ed Emmaus

La Bottega del Vasaio

a cura di don Cristiano Mauri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: